«L’unico estremismo ammesso è la carità»

papa Francesco

 «L’unico estremismo ammesso per i credenti è quello della carità! Qualsiasi altro non viene da Dio e non piace a Lui». Il Papa lo dice nell’unico abbraccio di folla – circa 25 mila persone – del suo viaggio in Egitto, incontrando la comunità copto-cattolica con una messa celebrata nell’Air Defense Stadium. La struttura, nota anche come «Stadio 30 giugno», fa parte del Villaggio dello Sport dell’Aeronautica militare, costruito dal ministero della Difesa per onorare le prodezze della difesa aerea nella «guerra d’attrito» combattuta con Israele e conclusa nel 1970. Le misure di sicurezza erano altissime e prevedevano anche il divieto di vetture in zona. Francesco ha pronunciato parole forti contro l’ipocrisia: «Per Dio è meglio non credere che essere un falso credente, un ipocrita!», ha esclamato. «Non serve riempire i luoghi di culto se i nostri cuori sono svuotati del timore di Dio e della sua presenza, non serve pregare se la nostra preghiera rivolta a Dio non si trasforma in amore rivolto al fratello, non serve tanta religiosità se non è animata da tanta fede e da tanta carità; non serve curare l’apparenza perché Dio guarda l’anima e il cuore e detesta l’ipocrisia».

in “La Stampa” del 30 aprile 2017

L’appello del Pontefice alla messa nello stadio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: